la Scatola Pandemica – un’idea di Elena Gaiani

“Quando la pandemia avrà estinto la sua forza distruttrice, la prima cosa che faremo sarà dimenticare.”

Poi, Elena spiega che:  “La voglia di tornare alla normalità attiverà un processo immediato di rimozione del nostro vissuto pandemico. Tuttavia, guardando il fenomeno da una prospettiva storica, noi che l’avremo vissuta abbiamo il dovere morale di tramandare la nostra esperienza, perchè anche noi umani “comuni”, con le nostre piccole storie, saremo stati protagonisti della Grande Storia.”

E c’è anche un altro motivo per cui si è impegnata in un progetto donando tempo e competenza: “Ma in un’epoca fatta di chat e selfie che perderemo al prossimo cambio di telefono, che cosa resterà delle nostre pandemiche vite quotidiane? Davvero vogliamo consegnarne la memoria soltanto ai padroni dei social che ci spiano e tengono traccia di tutto? Si scriveranno libri, si faranno film, certo. Gli esseri umani continueranno a tramandare il ricordo di quello che è stato, così come ancora si fanno film di guerra e si scrivono saghe familiari che attraversano i secoli …

SCARICA IL PDF PER PARTECIPARE – Scatola_Pandemica

E’ così che si è inventata la materica “Scatola Pandemica”, una sorta di “capsula del tempo” contenente “le cose” (badate bene, non “gli oggetti”) che sono entrate a far parte della tua vita quotidiana in questo tempo sospeso e che lo hanno rappresentato fisicamente.

Nella sua spiegazione si fanno esempi: “Nella Scatola ci metterai le cose che saranno state “comuni a tutti”, come la mascherina, il gel disinfettante, i guanti di lattice, l’autocertificazione, che potremmo chiamare “kit di base”, ma anche quelle che sono state “solo tue”, che hanno segnato il tuo tempo. Perchè ricordare le cose brutte farà apprezzare quelle belle, che avranno così il sapore di un dono. O di una conquista.”

Scopri da te che cosa metterci dentro? O la lista dei tuoi “oggetti pandemici”, ma in questo non avere fretta, perchè ti verranno in mente un po’ alla volta.

E poi ci vuole un contenitore robusto, sufficientemente grande per accogliere tutti gli oggetti della lista.

Se ti sembra di non avere niente da metterci, oltre al “kit di base” è perchè il processo di iconizzazione (in questo caso distillare un oggetto da un ricordo) non è così immediato.

Per aiutarti a stilare la lista, Elena ha generato un elenco nel quale – ne è certa – ciascuno e ciascuna che potrà individuare alcuni personali “oggetti pandemici”….

E poi c’è anche l’invito a Partecipare ad un progetto, in cui non si vince niente, ma come per un gioco c’è il piacere conchiuso in se stesso  di aderire a qualcosa che è parte di un tutto creato con tanti e tante altri/e di noi: FOTOGRAFA LA TUA SCATOLA PANDEMICA,  aperta, chiusa, col contenuto al suo interno oppure fuori, sparso a caso oppure ordinato con cura, essa che ti rappresenta, perciò è importante la sua essenza.

Poi invia le foto a: info@elenagaianigrafica.com, oppure caricale su Instagram con l’hashtag #scatolapandemica, insieme all’elenco scritto del contenuto.

Qualcos’altro verrà in mente per proseguire …

SCARICA IL PDF PER PARTECIPARE – Scatola_Pandemica