PROGETTI FUTURI A PARTIRE DALL’ANNO 2019

Sono qui elencati una serie di progetti che come Associazione LUnGi si vorrà intraprendere nell’anno 2019 e probabilmente continuare a sviluppare negli anni a seguire. Le fondamenta di tutto ciò sono state gettate nell’anno precedente (vedi LINK) e con l’Assemblea dei soci/e del 14 dicembre 2018 sono stati meglio precisati.

Il concorso fotografico

Si è costruita collaborazione con la presidente circolo fotografico di Forlì (nonché componente del CD nazionale dell’associazione FIAF) attraverso la gentile mediazione del nostro socio Flavio M.

Si è realizzato un “Contest fotografico”, con tema inerente il gioco e il movimento; a breve si selezioneranno le foto per arrivare ad un numero di 30  attivando la possibilità di usare le stesse per costituire una mostra itinerante.

Si vorrebbe che il “Contest fotografico” diventi un “innesco” per altre attività.

 

Commento generale all’Articolo 31 della Convenzione infanzia/adolescenza

Ci siamo impegnati per la traduzione dall’inglese all’italiano del Commento generale all’articolo 31 della Convenzione dei diritti dell’infanzia e  adolescenza, redatto dalle Nazioni Unite nel 2013, e non ancora diffuso in Italia.

A breve ed associato a questo, si desidera impegnarsi nella definizione ed attuazione di possibili iniziative di rete a promozione e diffusione dello stesso via stampa, considerando il documento veramente importante ed utile per tutti/e coloro che si occupano di gioco, ad ogni livello e settore educativo, ricreativo, sociale e politico. Prime referenti di questo progetto sono i soci/e R. Oliviero e A. Borgogni

A ben vedere in Italia ben poco si è fatto in termini dépliant a promozione del Diritto al gioco capaci di raggiungere in forma adeguata sia adulti che bambini/e; maestri di questo sono gli anglosassoni da cui si potrebbe mutuare delle idee; poi, all’interno dello scambio con il progetto della Festa del Diritto al gioco di Ravenna si è aperta una collaborazione in proposito.

Commento Generale all’articolo 31 (Diritto al gioco) della Convenzione dei diritti dell’infanzia/adolescenza

Viaggio a Londra

Abbiamo avviato contatti con referenti della London PlayAssociation (LPA, organizzazione che funge da connettore tra le diverse associazioni di promozione del gioco della metropoli) al fine di predisporre con il loro supporto un tour di tre giorni a Londra, ma il periodo ipotizzato per questo giugno è da ridefinire. 

Referente di quest’attività è Laporta R. che a fine ottobre ha già realizzato viaggio per incontrare Paul Hocker (Direttore della LPA) e Alan Sutton (ex collaboratore della LPA, oggi in pensione).Ci piacerebbe fare visita a luoghi significativi del panorama delle attività londinesi a promozione del gioco, soprattutto di quelli all’aperto, come gli Adventure Playground e gli Street Party, di particolare interesse si considera il progetto Playing Out, che porta anche bambini/e delle scuole – in condizioni di sicurezza – a fare ricreazioni lunghe sulla strada limitrofa la scuola.

Adventure Playground in London

Si vorrà anche confrontarsi con esperti di “gioco e rischio”, sul documento guida The Playworker Principles (una cornice a sette punti che definisce il ruolo dell’adulto professionista che promuove il gioco).Vi sono poi alcuni parchi londinesi che meritano di essere visitati per la loro naturale e “creativa ingenieristica ludica” a norma (come il Mile EndPark, che si sviluppa lungo il Regent’s Canal – canale che attraversa il centro della metropoli, gettandosi poi nel Tamigi). Altra interessante tappa potrebbe essere quella ad una “antica” (oramai secolare) Children’s House (presso Bow Church), una scuola dell’infanzia centrata sull’interesse dei bambini/e, che sono  sempre liberi di scegliere a quale attività, luogo, laboratorio predisposto con o senza l’adulto, indoor /outdoor,  aderire (anche se piove). Su questo saremo supportati da Michael Newman, ricercatore e docente della Summerhill school. Con lui si sta anche valutando una visione/confronto tra la sua scuola ed il Manifesto dei Diritti naturali di Gianfranco Zavalloni (che sempre ci piace ricordare).

Tutti questi luoghi e persone fanno più o meno riferimento al quartiere
Tower Hamlets , il più popolare ma anche più vivace sul piano delle lotte per i diritti umani, dei lavoratori, contro ogni discriminazione della grande metropoli europea. Questo sarà probabilmente anche il quartiere in cui cercheremo di trovare alloggio per un gruppo non superiore a 15/20 persone.

Adventure Playground in London

Sarebbe la seconda volta che si organizza qualcosa del genere (la prima fu realizzata nel giugno 2016) e che vide la partecipazione di nostri associati.

MAPPATURA dei promotori ludici in Italia

In Italia esistono molteplici realtà locali e reti di organizzazioni che si occupano in vario modo di gioco. M. Ferraro si propone come referente per un iniziale progetto di ricerca che coinvolga inizialmente i nostri socie/e, il tutto per avviare la mappatura nazionale di queste realtà. Da un iniziale documento elettronico da compilare, si passerà ad un format online, fatto di domande a scelta multipla e alcune a scelta aperta, utile a fotografare l’organizzazione e ciò che fa nel territorio in termini di promozione del gioco.

Ludo Summer school 2

Anche per questo fine di estate si sta progettando di tornare a Fognano per realizzare una seconda opportunità di formazione sulla Cultura Ludica, nel periodo dal 26 al 28 agosto, abilitando risorse interne ed esterne all’associazione, in un contesto che facilita la full immersion di un gruppo di persone di varia estrazione professionale ma con il comune punto focale del gioco.

il gruppo dei/delle partecipanti durante il laboratorio tenuto da Roberto Papetti Scienza gioco e natura

TOCATI 2019

Saremo presenti anche noi al Tocatì 2019, portando un arricchimento di carattere formativo in collaborazione con AGA, centrando temi quali gioco e salute, gioco e tradizione.

uno dei tanti totem da città che avvisano dei “lavori in corso” del Tocatì a Verona